Sei in » Politica
17/05/2016 | 19:54

Nel giorno dell'arrivo del primo Ministro Renzi a Bari per la ratifica dell'accordo sugli investimenti a favore della città metropolitana, si riaccende lo scontro sulla riforma Delrio e le politiche del governo regionale.


Regione Puglia in via Capruzzi a Bari


Bari. La polemica sul Masterplan della Regione e sui vantaggi per le città metropolitane si arricchisce di un nuovo capitolo. Ad innescare il meccanismo di critica forte nei confronti di alcune scelte del Governo Emiliano è il presidente della settima commissione e consigliere regionale dei Conservatori e Riformisti Saverio Congedo.

“La Regione Puglia – dice il consigliere di COR – sceglie fra cittadini di serie A e cittadini di serie B. Prima ci sono state le parole – quelle scritte nelle pieghe di una legge sempre meno condivisibile (la riforma Delrio) – che possono o non possono avere un determinato significato. Ora invece ci sono i fatti inequivocabili che ufficializzano l’esistenza in Italia dei cittadini di serie A e di quelli di serie B: da una parte coloro che hanno la fortuna di vivere nelle città metropolitane e dall’altra quelli che si ritrovano a vivere nel resto del territorio (si chiamino Province o Aree Vaste).

In Regione – continua Congedo – abbiamo provato a riequilibrare questo assurdo stato di cose, ma inutilmente. Anche Emiliano, la sua giunta e la sua maggioranza hanno seguito la scia, penalizzando i territori extra metropolitani. Il premier sta girando per il Sud a firmare Patti con i governatori regionali e con i sindaci delle città metropolitane. Oggi è toccato a Bari.

In ballo oltre 200 milioni (sempre che arrivino) per progetti di infrastrutture e sviluppo per il territorio che coincide con l’ex Provincia di Bari. Le altre cinque province dovranno sperare che nel Masterplan di Emiliano ci siano opere che il territorio ritiene essenziali. Oltre due miliardi di euro, parte dei quali destinati ovviamente anche alle Città Metropolitane.


Nessuna polemica con Bari e i suoi cittadini – assicura Congedo – beneficiati da una legge che li ha fatti diventare italiani di serie A, ma è bene che gli altri pugliesi sappiano che questo Governo ha creato un’Italia a doppio binario. Zone nobilitate e periferie che lo diventeranno sempre più. Le zone più distanti dal capoluogo regionale - conclude il consigliere regionale dei COR - avranno così sempre meno possibilità di sviluppo. 




Autore: A cura della Redazione

0 commenti inseriti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |