Sei in » Politica
23/12/2016 | 18:41

Soddisfazione del consigliere regionale dei Conservatori e Riformisti, Erio Congedo, per l'approvazione dell'articolo nella Legge di Bilancio regionale. Accordato il differimento dal 31 ottobre del prossimo anno il termine per il versamento richiesto.


Prorogato il pagamento per il bollo per automobilisti morosi


Bari. “Due mesi fa, a fine ottobre, come gruppo regionale dei Conservatori e Riformisti avevamo lanciato l’allarme sulle pesanti sanzioni che la Regione Puglia adottava per i morosi del bollo auto. Pur restando convinti che le tasse non solo vanno pagate, ma vanno pagate da tutti per avere migliori servizi, il comportamento della Regione Puglia ci appariva decisamente aggressivo specie nei confronti di coloro che il bollo auto non lo pagano per seri motivi economici”, con queste parole parte la nota stampa del Consigliere Regionale dei COR, Saverio Congedo che commenta la decisione del Consiglio Regionale di prorogare i termini per il pagamento del bollo auto per quegli automobilisti morosi che non avessero provveduto a mettersi in regola.
 
Era accaduto, infatti, lo scorso ottobre che, l’Ente di “Via Capruzzi”, aveva attivato una procedura  d’ufficio prevista dall’articolo 96 del Codice Stradale, che prevede, per chi non avesse provveduto a saldare la tassa, la cancellazione dell’autoveicolo dal Pubblico Registro Automobilistico. Fortunatamente tutto si è risolto nel migliore dei modi e nel Bilancio di previsione 2017 è stato approvato il differimento  dal 31 ottobre del prossimo anno per il versamento richiesto con gli avvisi notificati per quei proprietari di veicoli, raggiunti da avviso di radiazione.
 
“Prevedere per loro misure drastiche come la cancellazione dell’autoveicolo dal Pubblico Registro Automobilistico – prosegue Congedo -  ci appariva una sanzione troppo rigida verso quei pugliesi che si ritrovano o senza lavoro o in grandi difficoltà economiche per cui la tassa automobilistica è un ‘lusso’ che il bilancio familiare non riesce più a sostenere.
 
Fortunatamente il nostro grido d’allarme è stato raccolto non solo da tanti colleghi regionali, ma anche dalla Giunta. Questa notte nel Bilancio di previsione 2017 abbiamo approvato il differimento dal 31 ottobre del prossimo anno  il termine per il versamento richiesto con gli avvisi notificati per quei proprietari di veicoli, raggiunti da avviso di radiazione d’ufficio per l’omesso versamento della tassa automobilistica per gli anni 2012, 2013 e 2014. Inoltre i proprietari dei veicoli che hanno omesso il versamento del bollo negli anni 2005 – 2016 possono estinguere il debito senza corrispondere sanzioni ed interessi di mora e spese di notifica entro il 31 dicembre 2017”.




Autore: A cura della Redazione

0 commenti inseriti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |